RESTITUTOR2016

logo-sfondo-trasp-alta-risoluzione           CONSEGNA TITOLO RESTITUTOR2016download

la Fondazione Giuseppe Mazzotti per la Civiltà Veneta di Treviso

e la Fondazione Pistoletto – Cittadellarte di Biella

 

attribuiscono il titolo

RESTITUTOR2016 ad ANGELO PAVIA

19 DICEMBRE 2016 ORE 19.30

CITTADELLARTE/FONDAZIONE PISTOLETTO – Biella

trattasi di un riconoscimento a chi scevro da ogni intenzione pubblicitaria

restituisca parte del proprio capitale alla Comunità che ha contribuito a realizzarlo,

una iniziativa tesa a generare emulazione per una prassi socialmente utile ed esemplare,

la ridistribuzione della ricchezza , inalienabile strumento di giustizia sociale e di democrazia

RESTIRUTOR fu Antonio Canova che attraversò le Alpi guidando un convoglio di carri trainato da buoi per Restituire all’Italia i capolavori rubati da Napoleone.

Ora il riconoscimento vuol pubblicare un DONO che non ha il profumo del denaro, ma quello della GIUSTIZIA SOCIALE, non un Premio, ma attribuiamo un TITOLO, diamo un nome, lo riconosciamo perché altri lo conoscano e magari avvertano il peso dell’esempio.

Un esempio che non consiste nella dazione di denaro quanto nella realizzazione concreta dell’opera. Si tratta di un restituire col fare.

RESTITUTOR2016 E’ ANGELO PAVIA

per aver restituito alla comunità il capitale accumulato,

attraverso l’impegno profuso per la nascita e la crescita

dell’associazione PACEFUTURO onlus

premio-restituror-stampa

Liabel, l’ex proprietario premiato per aver “restituito” capitale al suo paese

Per noi PACE E FUTURO sono una parola sola,

perché senza pace non c’è futuro e non ci sarà pace senza un futuro che la esprima;

per noi la pace non è semplice assenza di conflitto,

ma frutto di un quotidiano impegno ad estinguerne le ragioni.

Il futuro, a sua volta, non può essere il semplice, fatale prolungamento del presente,

ma lo spazio vitale delle nostre speranze e del nostro impegno

attingendo risorse dall’ottimismo della ragione, forza dalla speranza, spazio dalla fantasia,

il primo nostro obiettivo è guarire noi stessi e la collettività da quella “bulimia del presente” che cannibalizza

il futuro

i valori che devono supportare questa pacifica rivoluzione sono:

la libertà come condizione, l’equità come regola, la responsabilità come risorsa.

Il nostro piccolo popolo è infatti convinto che solo la pace può aprire all’umanità il tempo nuovo: “il tempo

della qualità”

nostro compito quindi è di collaborare alla nascita di questo “tempo”

che i nostri figli ed i nostri nipoti potranno far crescere …. naturalmente, se lo vorranno;

sta infatti ancora a noi fornire alle future generazioni, con i saperi, tutti gli elementi, esempio compreso,

affinchè le loro scelte siano libere e consapevoli

Angelo Pavia

Presidente di Pacefuturo

Pettinengo, autunno 2010

angelo-pavia