MUSICA A VILLA PIAZZO: “STAGIONI DIVERSE”_INIZIO DOMENICA 3 NOVEMBRE ORE 17.00

MUSICA A VILLA PIAZZO: “STAGIONI DIVERSE”_INIZIO DOMENICA 3 NOVEMBRE ORE 17.00

Domenica 3 novembre alle ore 17.00 inizia la nuova stagione musicale a VILLA PIAZZO curata dal direttore artistico Massimo Giuseppe Bianchi: quattro concerti che gravitano sul tema della natura per indagarne il rapporto con l’uomo, attraverso le opere di grandi autori. Musica da camera, liederistica e jazz con proposte varie e affascinanti. Vi aspettiamo numerosi.

L’uomo si apre all’esperienza della Natura, ivi cercando le risposte alle domande più segrete e la direzione del proprio cammino. Dall’inizio dei tempi, l’accettazione del ciclo delle Stagioni pervade l’individuo di un sentimento magico, mistico, che sembra scaturire dall’eternità e pareva non avere confini. Oggi si percepisce come un’intermittenza di questa mirabile unità e l’idea di quella fine inconcepibile fino a poco tempo fa sembra farsi largo nei nostri pensieri, lasciandoci colpevoli e sgomenti. Che spazio può avere l’arte in una simile tempèrie? Qui a Villa Piazzo potete ammirare la prima installazione al mondo del TERZO PARADISO di Michelangelo Pistoletto: l’Orto del Terzo Paradiso. Ed ora la Musica, specie quella ispirata al Creato, può divenire acuto stimolo ad una riflessione profonda su questo ‘impasse’ e su come uscirne con leggerezza. Poiché l’ascolto è premessa, e promessa, di felicità. (Massimo Giuseppe Bianchi, direttore artistico)

domenica 3 novembre ore 17.00
MATTIA ZAPPA violoncello
MASSIMO GIUSEPPE BIANCHI pianoforte
Luigi Boccherini – Samuel Barber Ludwig van Beethoven

domenica 10 novembre ore 17.00 
OKSANA LAZAREVA contralto
CORRADO RUZZA pianoforte
“Splendevano miti le stelle”
romanze per canto e pianoforte di Sergej Rachmaninov e Pëtr Il’ič Čajkovskij

domenica 24 novembre ore 17.00
ANTONIO ZAMBRINI piano solo

domenica 1 Dicembre ore 17.00
GABRIELE PIERANUNZI
 violino
MASSIMO GIUSEPPE BIANCHI pianoforte
Ludwing Van BeethovenJohannes Brahms – Maurice Ravel 

INGRESSO: contributo 10€ soci / 12€ non soci
INGRESSO + APERITIVO:    20€ soci – 25€ non soci
(prenotazione consigliata)

INFO e PRENOTAZIONI: 331 1829985 (Marina)

“Natura! Ne siamo circondati e avvolti – incapaci di uscirne, incapaci di penetrare più addentro in lei. Non richiesta, e senza preavviso, essa ci afferra nel vortice della sua danza e ci trascina seco, finché, stanchi, non ci sciogliamo dalle sue braccia. Crea forme eternamente nuove; ciò che esiste non è mai stato; ciò che fu non ritorna – tutto è nuovo, eppur sempre antico. Viviamo in mezzo a lei, e le siamo stranieri. Essa parla continuamente con noi, e non ci tradisce il suo segreto. Agiamo continuamente su di lei, e non abbiamo su di lei nessun potere. Sembra aver puntato tutto sull’individualità, ma non sa che farsene degli individui. Costruisce sempre e sempre distrugge: la sua fucina è inaccessibile… Il dramma che essa recita è sempre nuovo, perché crea spettatori sempre nuovi. La vita è la sua più bella scoperta, la morte, il suo stratagemma per ottenere molta vita… Alle sue leggi si ubbidisce anche quando ci si oppone; si collabora con lei anche quando si pretende di lavorarle contro… Non conosce passato né avvenire; la sua eternità è il presente… Non le si strappa alcuna spiegazione, non le si carpisce nessun beneficio, ch’essa non dia spontaneamente… È un tutto; ma non è mai compiuta. Come fa oggi, potrà fare sempre.”

(J. W. GOETHE, Frammento sulla natura, 1792 o 1793)