LA SCIARPA DELLA PACE

cartoliinaaa

Sciarpa della pace
senza-titolo-1
Cingere
Ornare
attorno al collo
divenga anche gesto
di appartenenza ad un cammino
di comunità fraterna.
Divenga gesto scaramantico di tutela.
Aiuti a guardare in alto
declinandosi la luce d’ogni colore.
Pensi alla circolarità del tempo
di albe di tramonti.
Sappia che dopo il temporale
c’è nuova luce dove ritrovarsi.
                              Marco Tonon

Perché nasce questo prodotto?

ddd3La sciarpa è abbraccio, accoglienza, infatti Pacefuturo dal 2014 accoglie i richiedenti protezione internazionale. L’accoglienza, l’ospite, la collettività. È nato un progetto “Pettinengo un paese che accoglie”, progetto promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni del territorio.
Pacefuturo fa accoglienza. Accoglienza è anche offrire nuove opportunità ai giovani ospiti e alla collettività. È nato infatti un progetto condiviso chiamato ARCANK’IO, che si sviluppa in numerosi laboratori, tra i quali quello della tessitura a mano.
Tra i vari prodotti del laboratorio, si è deciso di avviare una produzione dedicata alla sciarpa della pace.

Cos’è ARCANK’IO?
lab038
ARCANK’IO è un progetto formativo avviato in via sperimentale nel 2015, promosso da Pacefuturo, in collaborazione con l’associazione Piccola Fata, l’associazione Tessitura e oltre, l’Ecomuseo della terracotta di Ronco e con il patrocinio del Comune di Pettinengo. È un luogo di formazione e produzione artigianale che vede coinvolti i richiedenti protezione internazionale e la collettività locale. A tal proposito nell’ottobre 2015 sono stati avviati laboratori di ceramica, tessitura, sartoria, maglieria, apicoltura e cosmesi. È un luogo di incontro, di scambio delle tradizioni e degli antichi mestieri, di stimolo e sviluppo di idee, di sperimentazione, che mira a raggiungere la sostenibilità economica, attraverso la vendita di oggetti prodotti dai laboratori.

Cos’è la sciarpa della Pace?

È un prodotto unico realizzato a mano con le migliori lane e filati, messi a disposizione da un’azienda tessile di tradizione secolare, come la F.lli Piacenza. I manufatti sono realizzati nelle scuole-laboratorio “Orditi di Speranza” dai partecipanti ai corsi di tessitura.

Pace in costruzione
Pensieri in libertà
Si rincorrono
Su un ordito vuoto
Ad ogni battuta di pettine
Una trama viene serrate alle altre
Forma una miriade di incroci
Testimoni del fare
Desiderio infinito di bene
Pace in costruzione
                     Marilena Terzuolo

presentazione-sciarpa-della-pace-chiara-castellani
La metafora è tessere la pace.
L’archetipo è rappresentato dai 7 colori della bandiera della pace, scandendo la loro sequenza dai colori caldi a quelli freddi; li troverete sempre a segnare un oggetto comune come semplici sciarpe portate da tutti, in modi diversi, per ricordarci che la pace non esiste se non la si costruisce nel tempo, come un tessuto realizzato con pazienza, passione, impegno, realizzato dalle genti attraverso lunghissimi orditi di lane filate e trame intrecciate, battute con passo costante, com’è il nostro tempo.
Da questi presupposti nasce la sciarpa della pace, tessuta a mano nelle scuole-laboratorio ARCANK’IO dai partecipanti ai corsi di tessitura, con filati pregiati, che ci sono stati messi a disposizione da una prestigiosa azienda tessile, come la F.lli Piacenza. I filati gentilmente donatici sono avanzi di produzione, … ci tengo a precisare avanzi e non scarti, reimpiegati e utilizzati per produrre prodotti di pace.
Questo progetto ci vede “Insieme per”:
– dare dignità alle persone attraverso il recupero del lavoro artigianale
– costruire un futuro di pace
– creare e diffondere bellezza

                        Mirna Irene Colpo