La nostra giornata in cammino lungo i sentieri di Pettinengo

Sabato 17 giugno per noi è stata una giornata intensa e ricca di attività.

Intorno alle 11.00 abbiamo accolto il gruppo Gran Tour Torino, in visita presso il Parco di Villa Piazzo alla scoperta delle bellezze naturalistiche, secondo il tema “Giardini e alberi monumentali del biellese”. Seduti all’ombra del secolare castagno, i presenti hanno espresso il loro interesse rispetto al magico luogo e all’offerta culturale portata avanti da noi di Pacefuturo, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e altre associazioni del territorio.

1

Nel pomeriggio, invece, abbiamo potuto fare una passeggiata alla scoperta del territorio, grazie alla collaborazione con il Comune di Pettinengo, GAL Montagne Biellesi e il progetto Andar Di Corsa: io non corro da sola, promosso dalle associazioni Conservare per Innovare e Donne & Futuro Onlus per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne e sugli adolescenti svolgendo attività sportive e socio-culturali: molto importante per noi e per il significato dell’evento è stata la partecipazione di Paola Berzano, presidente della Commissione Regionale la realizzazione delle Pari Opportunità.

Alle 15.00, nell’ambito del progetto promosso dall’ASL di Biella, è stato inaugurato a Villa Piazzo il percorso “Salute in cammino: 10.000 passi per stare bene”.

I due giri panoramici in piano all’interno del parco di Villa Piazzo, con i suggerimenti dell’ideatore Franco Grosso e degli esperti camminatori, in particolare di Pier Luigi Perino, hanno offerto l’opportunità ai partecipanti di sperimentare sia la tecnica base che permette una corretta impostazione del corpo durante la camminata, sia di rapportarsi con i 10.000 passi, misura base di pratica quotidiana dell’attività del camminare consigliata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per prevenire stress e malattie cardiovascolari e circolatorie.

10.000 passi1 10.000 passi2

«La particolarità di questo anello – ha fatto sapere Ermanno Masserano, primo cittadino di Pettinengo – è che si dispiega tutto all’interno dello stesso parco. Proponiamo questo percorso per il terzo anno consecutivo, e ogni anno, con piacere, vediamo arrivare persone nuove, di Pettinengo ma soprattutto da fuori».

Oltre al sindaco, erano presenti il vice sindaco Gianfranco Bosso, l’assessore al bilancio Fiorenzo Ghiardo e i consiglieri comunali Corrado Chiarini, Corrado Lacchia e Marta Braiato.

Alle 16.00 abbiamo dato il via a “Passi di lavoro per un lavoro di passi”, intraprendendo il sentiero dei Tessitori, che affianca in parte lo scorrere del “rombante Tamarone”, come ha suggerito lo storico locale Mario Menegon che è stato dei nostri. Proseguendo lungo il percorso, abbiamo potuto ammirare la Macchina Brusà, raro esempio di archeologia industriale, e la Gava di Gneiss, antica cava di pietra da costruzione.

sentierotessitori2 sentierotessitori1 sentierotessitori3 sentierotessitori14 camminata1 camminata2
sentierotessitori8 sentierotessitori9

Giunti in frazione Livera, abbiamo visitato alcuni luoghi molto importanti per la comunità di Pettinengo: prima il MUSA – Museo della Sacralità dell’Acqua, presso l’oratorio di San Rocco, che raccoglie gli acquasantini collezionati da Sergio Trivero, grande studioso della devozione popolare in ambito biellese. Ci siamo poi spostati al Museo dell’Infanzia, presso la sede dell’associazione Piccola Fata, una piccola aula d’asilo del ‘900 dove sono stati preservati arredi, sussidi didattici, giochi e costumi dell’epoca. Infine, ci siamo spostati a Casa Livia per conoscere il Progetto Reis, iniziativa dedicata alla documentazione e alla catalogazione dei beni della comunità che sono stati donati alla Piccola Fata.

musa museoinfanzia1 museoinfanzia2

Grande è stata la partecipazione della comunità, in particolare dei richiedenti protezione internazionale che settimanalmente eseguono la manutenzione dei sentieri.

Per aver reso possibile tutto questo, ringraziamo l’Amministrazione Comunale di Pettinengo, l’ASL di Biella, le associazioni Piccola Fata, Conservare per Innovare, Donne & Futuro Onlus, i nostri richiedenti asilo, il presidente della Commissione Regionale delle Pari Opportunità Paola Berzano, Pierangelo Costa e Paolo Cavallini per averci guidato nella nostra visita, rispettivamente al MUSA e al Museo dell’Infanzia e Progetto Reis,

…non possiamo dimenticare la Pro Loco di Vaglio: grazie per averci offerto, durante una sosta presso l’antica cava di Gneiss, le rose della Gava, dei buonissimi dolci locali.

E ovviamente grazie a tutti voi che avete partecipato!