Cultura

Oasi europea culturale di PaceCultura del futuroFormazione
Fare

L’Oasi è la forma scelta da pacefuturo per raccogliere idee e progetti. È il luogo dove pacefuturo “accade” e dove l’Europa e Pettinengo si incontrano.

Il complesso delle attività legate al “fare” e al “pensare” di pacefuturo si inquadrano nell’architettura del progetto integrato Oasi Europea Culturale di Pace, il cui obiettivo è un profondo cambiamento culturale, che offra alla comunità locale uno spazio pubblico dove partecipare attivamente alla costruzione di un futuro sostenibile allargandone la prospettiva dal locale al globale attraverso l’educazione e la promozione di nuove forme di cittadinanza attiva e sui valori della solidarietà, dell’integrazione sociale ed economica dei soggetti svantaggiati.

Con il progetto dell’Oasi, deliberato a 10 anni dalla sua costituzione, pacefuturo traduce dunque in concreto la riflessione dei suoi primi anni e fa confluire in un sistema integrato tutte le azioni finora compiute, mirando a trasformare Villa Piazzo in un vero e proprio punto “attrezzato” di cultura europea.

Concerti, convegni, campus formativi, ma anche fiere e mercati di prodotti gastronomici locali, e ancora iniziative di accoglienza e reinserimento di persone disabili, sono solo alcuni degli esempi possibili tra le tante iniziative promosse da pacefuturo che rientrano nel complesso della proposta oasiana, la quale prende le mosse dalla volontà di un approfondimento culturale aperto all’Europa, cui si abbina l’intento di coltivare e custodire il patrimonio storico e ambientale locale, valorizzando e recuperando i saperi e riscoprendo le risorse artistiche del territorio.

Nel Biellese l’Oasi è il primo tentativo di elaborare un modello culturale alternativo da proporre agli abitanti della provincia e fuori dai confini locali. La prospettiva pluriennale ed europea è una modalità originale di intervento sul territorio, mentre la progettazione integrata coinvolge più settori di attività, aperti alla ricerca di collaborazioni e alla costruzione di reti con altri soggetti.

Più nello specifico l’Oasi Europea Culturale di Pace si articola in tre aree di intervento interdipendenti:

  • lo sviluppo della cultura della pace e del futuro
  • le iniziative di formazione e cultura europea
  • l’attività di promozione del sistema socio culturale del territorio
600x300culturaPensare

Pacefuturo orienta il proprio agire seguendo due percorsi che inevitabilmente si intrecciano e sono uno complemento dell’altro: il percorso del pensare e il percorso del fare. Ecco dunque come si struttura il percorso del pensare.

CATTEDRA DEI PACIFICI
È l’organo scientifico di pacefuturo preposto all’organizzazione di incontri mirati alla costruzione e alla diffusione di un pensiero di pace attraverso il dialogo, e ispirati al metodo (già proprio della “Cattedra dei non credenti” voluta dal cardinale di Milano Carlo Maria Martini) di preferire appunto il dialogo alla proposizione – per quanto legittima – di particolari e singolari punti di vista.

La Cattedra si sviluppa in cicli, gli “anni accademici”, i quali, dall’anno della costituzione, sono stati rispettivamente dedicati ai temi: cultura-multicultura, uomo-natura, uomo-economia. Durante i cicli vengono organizzati simposi, incontri (i pacefuturo incontri), pubblicazioni con i quali pacefuturo persegue l’obiettivo di riflettere (e far riflettere il pubblico) su temi di attualità.

Dal “pensare” proprio della Cattedra dei Pacifici discendono le molteplici azioni connesse al “fare” e facenti capo al progetto integrato denominato Oasi Europea Culturale di Pace. Gli incontri aperti al pubblico caratterizzanti gli anni accademici della Cattedra dei Pacifici sono raccolti in una serie di pubblicazioni cartacee.

DIALOGO INTERRELIGIOSO
Di fronte agli imponenti movimenti migratori in atto che richiedono di essere governati e tutorati, anche per merito di un necessario raccordo/scambio tra culture, religioni, popoli diversi, pacefuturo promuove il confronto e il dialogo dentro e fuori la Casa dei Popoli e delle Culture (nata in collaborazione con la Caritas Diocesana di Biella), per favorire la reciproca conoscenza e l’accoglienza dello straniero andando oltre l’assistenza, realizzando un’apertura culturale e pensando insieme a nuove forme di integrazione da proporre anche al di fuori dell’Oasi culturale di pace.

PACEFUTURO INCONTRI
Sono appuntamenti periodici (conferenze, mostre, concerti, eventi) con cui l’associazione persegue l’obiettivo di consentire al pubblico di riflettere su temi di attualità e di partecipare a momenti di espressione artistica e culturale.

600campusCampus Europa

Ogni anno pacefuturo organizza il campus residenziale per studenti universitari, neolaureati e dottorandi dal titolo CAMPUS EUROPA – percorsi formativi e pratici di cittadinanza attiva europea.
Due giornate di lezioni frontali tenute da docenti universitari, esperti, europarlamentari, alti dirigenti delle istituzioni europee ispirate ai valori della Carta dei Diritti dell’Unione europea.

Il campus, azione portante del filone europeista dell’Oasi, si pone l’obiettivo di offrire agli studenti, entro una cornice conoscitiva generale, gli elementi per la trattazione, l’approfondimento e la comprensione della realtà europea contemporanea.
Alle lezioni frontali tenute da docenti universitari, esperti, europarlamentari e alti dirigenti delle istituzioni europee, seguiranno dibattiti e gruppi di lavoro nei quali gli studenti saranno invitati a prendere parte attivamente alla riflessione sulla domanda portante del campus: cosa vuol dire oggi e come si può concretamente attivare la cittadinanza europea?

I temi trattati sono:

  • riflessioni sui principi contenuti nella carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea
  • analisi del concetto di “cittadinanza attiva” e delle sue prassi attuative
  • comparazione di esperienze concrete nei vari stati dell’Unione
  • opportunità offerte dalle Istituzioni europee per l’attuazione dei principi della cittadinanza comune con l’indicazione delle iniziative e procedure per accedervi

Il campus si svolge in forma di laboratorio residenziale completamente gratuito; il vitto è preparato con i prodotti provenienti dall’Oasi, e per chi proviene da fuori provincia è disponibile il pernottamento presso La Casa.

Il Campus Europa è un progetto di pacefuturo in collaborazione con l’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, con il patrocinio dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, e realizzato con il contributo della Compagnia di San Paolo.

Edizione autunno 2012
Edizione estate 2012